Disturbi dell’umore

Checos’è la depressione?

La depressione è uno stato emotivo caratterizzato da tristezza, apprensione, disperazione. È la sensazione di sentirsi senza speranza, associata a quella di profondo dispiacere (Brenner, 1974).

Comunemente questo termine è utilizzato in modo inappropriato per descrivere un’ampia gamma di sensazioni e stati d’animo che non sempre corrispondono al vero significato del disturbo.18024483 s

Come si manifesta la depressione?

La depressione si presenta come una sensazione di malessere, diffusa e pervasiva, che limita e compromette le normali attività quotidiane e lavorative. È caratterizzata da diversi sintomi:

Emotivi

  • tristezza e/o irritabilità
  • mancanza di speranza e di progettualità per il futuro
  • apprensione
  • senso di impotenza
  • incapacità di provare piacere / perdita di interesse e piacere nelle attività quotidiane
  • ritiro sociale
  • senso di colpa
  • scarsa autostima

Cognitivi

  • rallentamento del pensiero
  • difficoltà di memoria
  • scarsa concentrazione
  • agitazione psicomotoria

Fisici

  • mancanza di energia
  • disturbi del sonno
  • disturbi dell’alimentazione
  • disturbi del desiderio sessuale

(Davidson & Neale, 2009
De Plato, 2009; www.apc.it)

È un disturbo frequente?

Secondo l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), tra l’8% e il 23% della popolazione mondiale ha sofferto almeno una volta di depressione e a tutt’oggi le stime sono in crescita.
E’ comunemente riscontrabile una forte associazione tra depressione e ansia.

Esiste una cura?

Il disturbo può essere trattato sia farmacologicamente, che da un punto di vista psicologico e psicoterapeutico e l’approccio più efficace risulta essere una combinazione tra i due metodi.
Diversi studi sul trattamento della depressione hanno dimostrato l’efficacia nel breve termine di interventi psicologici brevi e strutturati, senza rilevare differenze sostanziali legate al modello teorico di riferimento. (Fava et al., 2013)
L’obiettivo del trattamento è, non solo la remissione del sintomo, ma il mantenimento dei benefici ottenuti a lungo termine.