Prenotazioni: 0541 29417

Visita omeopatica

Una visita omeopatica si struttura con un colloquio eseguito dallo specialista omeopata, per una raccolta di informazioni necessarie ad individuare in maniera approfondita e specifica il problema riportato dal paziente.
Inizialmente avverrà la spiegazione libera da parte dell’individuo che sarà poi indirizzato dallo specialista con domande mirate per approfondire le tematiche; questo consentirà di ottenere le informazioni chiave, utili per poter stabilire una diagnosi il più possibile precisa ed opportuna, considerando anche, il comportamento manifesto del paziente.

Generalmente lo specialista indaga le seguenti aree:

  • l’evolversi o l’esacerbarsi di una malattia cronica (ove presente)
  • lo sviluppo di una nuova patologia e la relativa sintomatologia
  • lo stile di vita
  • le abitudini alimentari
  • le situazioni familiari/sociali
  • la costituzione fisica, emotiva e intellettiva
  • il sonno

Per individuare il farmaco più adatto al singolo caso, il medico ritiene opportuno valutare la persona globalmente, cercando di inquadrare i sintomi riportati in un quadro il più possibile amplio, completo e specifico, rispetto alla persona che ha davanti a sè.

“Il tutto è maggiore della somma delle singole parti.” (Aristotele)

Omeopatia ed eubiosi intestinale

omeopatia1

 

Per uno stato di salute ottimale è estremamente importante il mantenimento di una corretta eubiosi intestinale, ovvero la presenza di una flora batterica sana in grado di mantenere efficiente il nostro sistema immunitario.

E’ purtroppo molto facile, invece, il verificarsi di condizioni che portino ad una alterazione anche grave di questo sistema così delicato, ovvero ad uno stato di disbiosi intestinale.
Le cause che possono condurre a questa condizione sono numerose e varie: l’alimentazione moderna con l’eccesso di cibi raffinati, zuccheri ed additivi chimici; la presenza di metalli pesanti da cure odontoiatriche ed inquinamento ambientale; lo stress; l’abuso di alcuni farmaci come antinfiammatori, cortisonici, antibiotici.
Tutto questo può determinare lo sviluppo dei più svariati quadri patologici. Non siamo abituati a collegare normalmente le patologie autoimmuni, le allergie, i disturbi del ciclo mestruale, l’endometriosi o la fragilità respiratoria alle condizioni del nostro intestino, che invece rappresentano una importantissima concausa.  Taluni ospiti, come  la candida, se presenti in eccesso possono dare luogo a prodotti metabolici in grado di interferire con la situazione degli ormoni tiroidei ed ovarici o produrre uno stato infiammatorio cronico che diminuisce le nostre difese immunitarie ed apre la strada ad allergie, stati di malassorbimento, e intolleranze alimentari. Quindi disbiosi intestinale non significa solo meteorismo o problematiche gastrointestinali, ma può essere collegato anche a stati di stanchezza cronica, nervosismo, irritabilità, insonnia, cefalee e molte altre situazioni para-patologiche di cui non è spesso facile venire a capo.

La cura, la bonifica dell’intestino e la sua successiva ricolonizzazione vengono attuate mediante opportune terapie fitoterapiche ed accorgimenti alimentari che mirino  non solo all’eliminazione dei cibi che producono intolleranza ma anche ad una dieta corretta ricca di tutti i principi nutrizionali,  che il paziente possa seguire nel tempo e migliorare così costantemente  il proprio stato di salute. Si è infatti visto che lo stile di vita ovvero una sana alimentazione, attività fisica moderata, e la eliminazione di alcune abitudini voluttuarie come fumo ed alcool è quanto di più appropriato per mantenersi sani nel tempo.

omeopatia2


Il nostro principale obiettivo è mettere in condizione le persone che si rivolgono a noi di acquisire gli strumenti per mantenersi il più a lungo possibile in salute, laddove questa sia da intendersi non come semplice assenza di malattia ma come pieno benessere psico-fisico.


Con la medicina naturale possiamo avere ottimi risultati in caso di:

  • Problemi gastro-intestinali
  • Allergie
  • Intolleranze alimentari
  • Disturbi ormonali e ginecologici
  • Problemi in gravidanza e nella prima infanzia
  • Dismetabolismi, sovrappeso
  • Ansia, stress, insonnia
  • Alterazione delle difese immunitarie

 

 

omeopatia3L’omeopatia si basa sull’applicazione clinica della legge di similitudine, per cui somministrando sostanze a dosi infinitesimali simili a  quelle spontanee della persona malata è capace di indurre la guarigione. 

Hahnemann, il fondatore dell’omeopatia, ipotizzò la presenza nell’uomo, ma anche nel regno minerale e vegetale, della cosiddetta energia vitale: la somma delle forze vitali di ogni singola cellula del nostro organismo. Secondo questo principio ogni organismo possiede dentro di sè il potere di controllare la malattia e promuovere l’autoguarigione.

La visita omeopatica si dirama secondo due direzioni: in un primo momento al paziente viene rivolta una serie domande con lo scopo di poter indagare il passato, interessandosi ad eventuali malattie del passato e le relative cure effettuate, così come tutto ciò che è di carattere puramente familiare. In un secondo momento le domande si incentrano sulla valutazione dei singoli organi ed apparati, seguendo gli schemi classici di una visita medica. Il focus andrà comunque riferito in base ai sintomi attuali, ossia quelli che hanno condotto la persona a recarsi dallo specialista.

 

omeopatia4Utile alternativa al farmaco: la fitoterapia

Per fitoterapia si intende l’utilizzo con modalità terapeutiche di piante intere o parti di esse i cui principi attivi titolati sono estratti mediante  tecniche  ottimali. La fitoterapia è la più tradizionale di queste metodiche, infatti l’uso delle piante a scopo curativo appartiene alla storia dei popoli prima  e della medicina poi. L’uso della pianta intera o fitocomplesso si è rivelato assai più maneggevole e privo di effetti collaterali rispetto ai principi isolati, di cui fa spesso uso anche la medicina ufficiale.

 

Oligoterapia

L’oligoterapia utilizza sostanze semplici, metalli o metalloidi, che in genere si trovano in modeste quantità in tutti gli organismi viventi, animali o vegetali. Gli oligoelementi sono dei biocatalizzatori,  che aumentano la velocità delle reazioni biochimiche, contribuendo a migliorare il metabolismo dei sistemi deficitari. Svolgono inoltre  una funzione selettiva  accelerando solo le reazioni favorevoli all’integrità dei tessuti.

 

omeopatia5

Integrazione alimentare

Con l’integrazione alimentare si favorisce l’assunzione di determinati principi nutritivi come vitamine, sali minerali,oligoelementi nei casi in cui l'organismo abbia carenza  dovuta principalmente ad una dieta non corretta o a un non corretto assorbimento intestinale, situazioni,  entrambe,  purtroppo molto frequenti.

(www.curarenaturalmente.it)

Contatti

Direttore Sanitario: dott. M. Perchinunno

Responsabile Scientifico: dott. D. De Grandis

 

Poliambulatorio C.I.N.

Via Bastioni Meridionali 29 C - 47921 Rimini

Tel: +39 0541 29417

Fax: +39 0541 1642167

E-mail: info@cinsalute.it

Seguici sui Social

Newsletter

Centro Integrato Neuroscienze - Tel: 0541 29417 | Email: info@cinsalute.it 
PIESSE di Fahandej Mohammadi Jila e S.A.S. - Via Bastioni Meridionali 29C - 47921 RIMINI (RN) - cod.Fisc./P.IVA 01427800402

Visiona la privacy policy di questo sito (clicca qui)

Informativa estesa cookie (clicca qui)

Login or Register

LOG IN

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookies Per saperne di piu'

Approvo