Prenotazioni: 0541 29417

Cefalee primarie

Con il termine cefalea primaria s'intende quel mal di testa che non è il risultato di un’altra condizione medica e si diagnostica quando dalle indagini strumentali non emerge una causa organica. Le più diffuse sono la cefalea muscolo-tensiva e l’emicrania (International Headache Society, 2004). 

 

 

 

 

 

 

 

 

CEFALEA MUSCOLO-TENSIVA

È caratterizzata da un dolore bilaterale di tipo gravativo-costrittivo (sensazione di un casco che comprime). Non è accompagnata da nausea e vomito, mentre può essere presente fastidio per le luci o i rumori. Il dolore non è molto intenso e migliora con l’attività fisica o con posture più corrette. Può essere occasionale, caratterizzata da episodi che durano alcune ore fino a qualche giorno o addirittura in forma cronica, con attacchi quotidiani.
Le principali cause scatenanti sono lo stress, gli stati ansiosi e la tensione muscolare, che portano ad una contrazione involontaria dei muscoli del collo, delle spalle e del volto.

EMICRANIA

Il dolore è unilaterale, pulsante, di marcata intensità e si aggrava con l’attività fisica.
Può associarsi a sintomi come: nausea, vomito, fastidio per luci o rumori. La sua durata può variare da poche ore fino a 2-3 giorni e colpisce in prevalenza le donne.
Rispetto alla cefalea muscolo-tensiva vi è una maggiore predisposizione ereditaria.
L’attacco di emicrania può essere preceduto dalla cosiddetta aura (emicrania con aura), che consiste in disturbi visivi (oscuramento della vista, percezione di macchie o flash scintillanti) o fisici (perdita della sensibilità agli arti con formicolii).
Gli episodi emicranici si possono presentare nel fine settimana (cefalea da week-end) o in concomitanza del ciclo mestruale (emicrania catameniale).

CEFALEA A GRAPPOLO

Le caratteristiche di questo tipo di cefalea sono rappresentate da dolore continuo e trafittivo, con localizzazione in sede orbitale, cui si associa lacrimazione, congestione nasale e sensibilità alla luce. Si presenta anche durante il sonno con il risveglio. Le cause che provocano non sono ben conosciute.
La definizione "a grappolo" è dovuta al fatto che gli attacchi si raggruppano nel tempo; ad esempio per un periodo limitato di 30 giorni e più volte durante l’anno, spesso ripresentandosi nello stesso periodo. Un'altra caratteristica è quella della comparsa alla stessa ora del giorno, anche più volte al giorno.
L'età dei pazienti è intorno ai 40 anni, con prevalenza nel sesso maschile.

Contatti

Direttore Sanitario: dott. M. Perchinunno

Responsabile Scientifico: dott. D. De Grandis

 

Poliambulatorio C.I.N.

Via Bastioni Meridionali 29 C - 47921 Rimini

Tel: +39 0541 29417

Fax: +39 0541 1642167

E-mail: info@cinsalute.it

Seguici sui Social

Newsletter

Centro Integrato Neuroscienze - Tel: 0541 29417 | Email: info@cinsalute.it 
PIESSE di Fahandej Mohammadi Jila e S.A.S. - Via Bastioni Meridionali 29C - 47921 RIMINI (RN) - cod.Fisc./P.IVA 01427800402

Visiona la privacy policy di questo sito (clicca qui)

Informativa estesa cookie (clicca qui)

Login or Register

LOG IN

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Se continui la navigazione acconsenti all'uso dei cookies Per saperne di piu'

Approvo